Disturbi Comportamento Alimentare .it

  • Clicca qui per saperne di più
  • Facebook Page: 414632122038959
  • Linked In: pub/international-soc-of-psychology-isp/39/74/169
  • Twitter: Psichepedia
Messaggio
  • "Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per inviare informazioni in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni clicca sui link sottostanti.

    Leggi l'informativa completa

    Leggi la Direttiva Europea

Il pasto: le Fasi metaboliche
Scritto da Dott. Alessio Penzo Mostra tutti gli articoli di questo autore.
Text

Il pasto: le Fasi metaboliche                                                                                         

 

Il pasto è l'atto dell'alimentarsi, ed è costituito da 3 diverse fasi:

-La fase cefalica, comprende il breve periodo tra il vedere, odorare, gustare il cibo e l’inizio dell’assorbimento del cibo da parte dell’intestino;

 

-la fase dell’assorbimento è quella in cui le sostanze nutritive vengono assorbite nel torrente sanguigno e vengono impiegate per far fronte ai bisogni energetici del corpo;

In queste due fasi si ha un aumento del rilascio di insulina ed una diminuzione del rilascio di glucagone da parte del pancreas nel torrente sanguigno.

L’insulina promuove l’utilizzazione del glucosio come principale fonte di energia, con conseguente diminuzione del suo livello nel sangue, la conversione di glucosio in glicogeno (depositato soprattutto nei muscoli e nel fegato), la conversione del glucosio in grasso ed anche l’accesso degli amminoacidi nelle cellule per la sintesi proteica. Inoltre l’insulina inibisce l’utilizzo degli acidi grassi liberi da parte del corpo, ma non nel cervello.

 

-Nella terza fase, la fase di digiuno, si ha un aumento del rilascio di glucagone, che impedisce ai livelli di glicemia di precipitare, promuovendo la conversione del glicogeno in glucosio, dei grassi in chetoni e consentendo di l’utilizzo degli acidi grassi.

Mancando infatti l’insulina, il glucosio non può più essere utilizzato dalle cellule come fonte di energia, ed il corpo allora utilizza gli acidi grassi liberi derivati dal grasso.

Il cervello anche in questa fase continua ad utilizzare il glucosio perché la maggior parte delle cellule del sistema nervoso centrale, a differenza di tutte le altre cellule del corpo, non necessitano di insulina per assorbire il glucosio.

 


 
unregistered template Template by Ahadesign Visit the Ahadesign-Forum